Tecnologia o non Tecnologia?

Fino a solo un anno fa non avevo nemmeno uno “smaffo”. Avevo un telefonino coi tasti grossi per gli anziani, senza colori e senza l’internet, con tanto di tasto SOS al centro. Se lo tenevi premuto faceva un ululato ridicolo che assomigliava a una sirena  sotto una campana di vetro!

Mi sono sempre considerata una persona antitecnologica. Rifiutavo qualsiasi forma di tecnologia troppo avanzata. Le mail erano già troppo per me.
Raramente qualcuno riusciva a contattarmi, ed io ero felice così. Sono selvatica, solitaria. Meglio non farsi trovare, quindi…

COSA MI HA FATTO CAMBIARE IDEA?

La necessità.

 
I tempi sono fatti per cambiare. Per quanto romantico e rilassante fosse restarmene isolata nel mio mondo incantato irraggiungibile dai rompiscatole, quella non era la vita vera. Almeno, non la è oggi.
Il presente è competitivo e spietato (probabilmente come tutte le epoche, però non so, non c’ero).
L’oggi è anche pieno di tecnologia, e di persone bravissime a usarla.
Ecco, preferisco non farmi schiacciare. E se non usiamo tutti le stesse armi, che battaglia è?
E quel che è peggio, è che sarei stata io a disarmarmi e pormi in svantaggio rispetto al resto del mondo, tutto da sola!

Sono determinata a vivere della mia passione, e d è impossibile pensare che tutto possa andare come lo avevo sognato. O di poter arrivare dove voglio senza sacrificarmi un pochino.

E SAPETE COSA?

Mi piace anche!
Tutte ‘ste storie per così poco!

All’inizio mi sembrava di tradirmi. Di farmi del male da sola. Di infliggermi delle pene per le quali non ero preparata. Di costringermi a fare delle cose che no ero e non sarei mai stata in grado di fare.

“Che non sarei mai stata in grado di fare”.
Sempre la stessa storia dell’inventare scuse per non fare le cose. Che ci induce a porci dei limiti da soli, letteralmente a tirarci la zappa sui piedi.
Mi obbligavo a credere che non ero fatta per la tecnologia, e che lei non lo era per me. E invece adesso guardateci! Andiamo d’amore e d’accordo! E ci vogliamo pure bene!

Da un odio e un rifiuto è nata un’amicizia. Lo credevo impossibile, ne sono stupita. E più di me lo sono le persone che per anni hanno tentato di raggiungermi senza successo telefonando ad un portatile sempre spento.
Certo, questo ha dei contro. Un sacco di spam al giorno, richieste strane nelle chat, qualche sintomo di dipendenza… Ecco quello a cui devo stare molto attenta è non cadere nell’eccesso, perché i telefono hanno anche un lato demoniaco e tentatore.

MA VORREI UNA COSA

Vorrei provare a non rinunciare alle cose piacevoli, utili o comode perché hanno un lato fastidioso.
Vorrei essere abbastanza forte da provare tutto senza passare al lato oscuro delle cose.
Vorrei continuare ad essere amica della tecnologia, ma senza sfociare nell’eccesso.

Vorrei semplicemente trovare il mio equilibrio senza limitarmi. Ecco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...