Bio

Sono cresciuta in collina facendo giochi con i pitaciò e coltivando amicizie con le bestiole che abitano la campagna.
Da piccola mi era permesso disegnare su di una striscia di muro che mia mamma guardava soddisfatta e commossa dal talento che dimostravo in quegli scarabocchi.
Da più grandina, messa davanti alla scelta fra gli animali e il disegno ho scelto gli animali, e alle superiori ho deciso di intraprendere un percorso che mi portasse a diventare veterinaria.
Era quello sbagliato, e dopo quei cinque anni di liceo ho deciso di riprendere la strada che avevo abbandonato: quella che mi ha portata a diventare illustratrice.

Sono un’illustratrice. La cosa più bella di questo mestiere è fare apparire racconti, anche dal nulla, anche con solo uno schizzo.
Un’altra cosa che amo è concretizzare i desideri, anche quelli degli altri: se mi dai un’idea mi piace acchiapparla e ricalcarla, o se non la trovi possiamo giocare insieme a caccia al tesoro.
Basta che poi ti fidi a lasciarmi la sua realizzazione.